Avere un sito responsive è importante

L’importanza di avere un sito web responsive

Avere un sito web responsive è il requisito essenziale affinché venga visualizzato correttamente dai dispositivi mobili.

Cosa significa avere un sito web responsive ?

Significa in altre parole visualizzare correttamente testi, immagini e video indipendentemente dalla grandezza del display. Sono pensati per i dispositivi mobili perché sono veloci ed efficienti. Agevola la navigazione dei contenuti con una modalità semplice, intuitiva e veloce. Non avere un sito web responsive significa inoltre essere penalizzato da Google.

Google consiglia vivamente di avere un sito web responsive in quanto gli concede una maggiore visibilità facendolo salire di posizione nei motori di ricerca (su ricerche fatte da smartphone).

Questo perché i siti web responsive hanno lo stesso codice HTML su qualunque dispositivo si guardino, rendendo più facile ed efficiente per Google indicizzare e organizzare i contenuti.

QUALE E’ IL MOTIVO PRINCIPALE PER CUI SERVE UN SITO WEB RESPONSIVE ?

  1. Gli utenti utilizzano e utilizzeranno sempre di più i dispositivi mobile per eseguire ricerche e acquisti di servizi e prodotti;
  2. Gli utenti preferiscono andare sul web usando Tablet, Smartphone e anche gli Smartwatch;
  3. Il mobile marketing è una strategia di comunicazione che le aziende dovrebbero implementare nei loro business per raggiungere più facilmente gli utenti web;

La tecnologia ha indubbiamente cambiato il modo di approcciarsi ai dispositivi mobile modificando il comportamento degli utenti e il tempo trascorso su di essi.

E IN ITALIA CHE SUCCEDE ?

Ogni giorno risultano attivi sui dispositivi mobile oltre 50 milioni di utenti e 41 milioni sono quelli attivi sui social media. Il tempo trascorso sul web è di circa 6 ore al giorno di cui almeno due trascorse sui social (Fonte: Digital Report 2021 – I dati Italiani).

Alla luce di tutti questi dati è evidente quanto sia importante avere un sito web responsive per qualunque tipo di business.

Tempo speso OnLine
Dati sul digital in Italia (FONTE: We Are Social, Digital Report Italia 2021)
Connessioni in Italia nel 2021
Dati sul digital in Italia (FONTE: We Are Social, Digital Report Italia 2021)

Mentre continua ad essere alto il numero di persone che fruiscono di contenuti come video (92,6%) e anche audio, con il 60,8% che ascolta musica in streaming e il 25% che sente i podcast. Successo anche del gaming con l’81% degli Italiani. Complice forse il lockdown che ha spinto gli utenti ad ascoltare trasmissioni digitali e a passare il tempo con i giochi online (Fonte: Digital Report 2021 – I dati Italiani).

Attività svolte OnLine dagli italiani
Dati sul digital in Italia (FONTE: We Are Social, Digital Report Italia 2021)

Dallo ricerca emerge che il 98, 5% degli italiani è attivo su almeno un social network. Tra le piattaforme più utilizzate rimane forte la leadership di Facebook e Google. Infatti, YouTube, WhatsApp e Facebook superano tutti l’80% di adozione, seguiti da Instagram (67,0%) e Messenger (55,9%) (Fonte: Digital Report 2021 – I dati Italiani).

Interessante la crescita di Tik Tok (23,9%) utilizzato quest’anno dal doppio degli italiani e l’ingresso per la prima volta di Telegram nella classifica dei social media più usati con un 25.4%: piattaforma di messaggistica istantanea usata anche da molti professionisti per fare personal branding, networking o costruire community (Fonte: Digital Report 2021 – I dati Italiani).

Le motivazioni che spingono le persone a connettersi sono le stesse: le ricerche nei vari motori e le recensioni dei consumatori. 

Sono sempre più le persone che prima di ogni acquisto leggono i commenti e i pareri rilasciati degli altri utenti, su siti di consumer reviews, piattaforme social vere e proprie, servizi di Q&A o forum.

Infine per quanto riguarda l’e-commerce a seguito del Coronavirus c’è stata una crescita esponenziale degli acquisti OnLine. Un data molto interessante è che tutti hanno comprato OnLine: dai giovani agli ultrasessantenni.

Se prendiamo, ad esempio, la percentuale degli utenti tra i 25 e i 34 anni, che hanno comprato almeno un prodotto online, è simile alla percentuale degli internauti compresi nella fascia di età tra 55 e 64 anni che hanno fatto lo stesso.

Tra le categorie più vendute troviamo:

  • Cibo e personal care
  • Cibo d’asporto
  • Mobili ed elettrodomestici
  • Video games

Il settore viaggi e alloggi ha subito una forte flessione come riportato nell’immagine seguente.

E-commerce in Italia
Dati sul digital in Italia (FONTE: We Are Social, Digital Report Italia 2021)

Visto lo sviluppo che avrà il digitale nel mondo del business e del consumer è evidente che il ruolo dei social network acquisiranno sempre più importanza. La parola d’ordine è dunque avere un  sito web responsive è assolutamente indispensabile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.